L’interno

Share Button

La Chiesa è a tre navate separate da pilastri ottagonali e quadrati. Si nota in particolare che, sul lato sinistro, i pilastri sono tre (due ottagonali ed uno quadrato) e, sul lato destro sono quattro (due ottagonali e due quadrati).

I pilastri quadrati sono residui strutturali dell’antica Chiesa orientata a nord.

I due grandi affreschi della volta della navata centrale sono stati realizzati per illustrare due fatti prodigiosi, di cui fu protagonista Giacinto Perato di Rollo, l’Apparizione e la Guarigione avvenuta.

Sulla parete della della navata destra vi sono tracce di affreschi cinquecenteschi, mentre su quella sinistra resta poco della decorazione dell’ottocento; si riconosce in una nicchia, S. Leonardo da Porto Maurizio, in atteggiamento da predicatore.

Gentili Fedeli
segnaliamo che nel nostro Santuario vi è un sepolcro, non menzionato in alcun dove nelle cronache storiche dello stesso Santuario, ma, il Popolo riporta e narra, Vox Populi, che ivi sia sepolto un Fedele, sembrerebbe un Locale Facoltoso dell’Imperiese, il quale, come ultimo atto di estremo amore per la Madonna della Rovere, volle e desiderò essere inumato per sempre accanto a Nostra Signora della Rovere, in fedele devozione perenne ad essa.
Foto Amatoriale
#madonnadellarovere #comunesanbartolomeo#santuarionostrasignoradellarovere #sanbartolomeoalmare

wp_20161114_18_43_36_pro